26 thoughts on “ALBO DEI MACELLAI?

  1. Ciao Andrea il tuo discorso fila perfettamente!!cercare di creare un modo per essere molto uniti anche per quanto riguarda gli acquisti dalla filiera italiana e valorizzare la nostra italia!!
    Penso che i nostri padri erano molto più gratificati dal loro lavoro, era tutto diverso e c’era tanto da lavorare!!oggi la macelleria moderna necessità di novità continue e bisogna aggiornarsi in continuazione per cercare di differenziarti…sono convinto che con l’aiuto reciproco si può crescere tanto!!

    1. Il nostro mestiere deve essere un’anello di congiunzione importante nella filiera nazionale. e questo lo dobbiamo comprendere prima noi professionisti per poi farlo capire al pubblico nazionale.
      Grazie Vincenzo per il tuo sostegno

    2. Buona sera a tutti, sono d’accordo a questa iniziativa, il macellaio è mestiere, è tradizione, è esperienza ma soprattutto è dedizione, AMO IL MIO MESTIERE!!!! A presto ciao a tutti!!!

  2. Sono pienamente d’accordo x costituire un albo dei macellai professionisti anche x dare un entità a chi lavora da anni con passione e devozione a questo mestiere

  3. L’idea non sarebbe male, per esempio una serie di manzioni in cui ci si e specializzati, da spuntare una o più caselle
    □ allevatore
    □ riconoscere l’animale da vivo se é grasso punto giusto da macellare
    □ capacità a macellare
    □ capacità a spolpare
    □ lavorazione pronto cuoci
    □ preparazione salumi
    E così via.
    A disposizione nel limite delle mie possibilità.
    Paolo Parasuco giardini naxos

    1. Grazie mille Paolo. Inquadrare il macellaio in un’identificazione completa, fa uscire il bello della nostra professione che, al contrario di come ci identifica la società, NON SIAMO COMMERCIANTI… ma dietro c’è un mondo che al di fuori non si vede… vendere è la punta dell’iceberg.

      Grazie Paolo, e so che dentro di te c’è un’esperienza importantissima da “sfruttare”.

  4. Condivido il pensiero, come formulare un albo professionale ?
    Li ci penserei bene come farlo soprattutto perché deve avere un valore aggiunto nel Mondo del lavoro.
    Ciao

    1. sicuramente diego. non dovrà essere sottovalutato niente. e sopratutto renderlo ufficiale per il mondo del lavoro. Grazie Diego per il tuo contributo e sostegno. UNITI SI VINCE

  5. Io sono con te, ottima idea… ritengo che sia essenziale un riconoscimento del nostro mestiere visto che anche a livello lavorativo, cioe’ di qualificazione nel contratto di lavoro siamo inquadrati come sono inquadrate le cassiere, senza considerare i rischi del nostro mestiere e i sacrifici che ogni giorno facciamo per restare al passo con i tempi… quindi ti dico che sono con te…per qualsiasi cosa!!!

    1. grazie Ale. mi hai dato uno spunto importante… il riconoscimento delle malattie professionali che, aimè sono poco prese in considerazione nel nostro inquadramaento lavorativo.
      Ottimo, e sopratutto lo scambio di opinioni è fondamentale

  6. Ottima iniziativa e penso che la valorizzazione del butcher porterebbe i giovani verso questo lavoro, oltre a chi come noi “ lo ha ereditato “

    1. Ottima considerazione… far innamorare i giovani del mestiere è il primo passo per il futuro della nostra tradizione

  7. Tutto giusto, anzi giustissimo, tutti riuniti in un unica “CORPORAZIONE” cosa che in passato ci ha ben identificato e gratificato, oggi svolgiamo un ruolo importante in mondo che corre veloce soprattutto con l’informazione, quindi ben venga un albo, ben venga un disciplinare deontologico.. Molti non sanno che questo mestiere si fa prima di tutto con il cuore.. Grande Andrea

  8. Ciao Andrea, nel mio GRUPPO social di macellai siamo gia a 5000membri di cui il 90% tutti del.settore, è un censimento virtuale ove le figure professionali spaziano dal privato che alla gdo, dai mattatoi alle catene di disosso, ora orientivamente a chi inseriresti in quest albo???

    1. Ciao grandissimo. La mia idea è di registrare la persona fisica come tale… come professionista. Secondo il mio parere l’arte non è di un’insegna ma, è da riconoscere alla persona stessa. all’artigiano, inquadrandolo secondo le prorprie caratteristiche ed attitudini

  9. Andrea io concordo con il tuo pensiero , ci sto anch’io per questo registro. È vero dobbiamo cambiare entità bello farsi chiamare butcher. Saluti Fabrizio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *